Archivi tag: UBER

L’AUTO SENZA CONDUCENTE DI UBER INVESTE UN PEDONE: IL VIDEO DELL’INCIDENTE MORTALE RILASCIATO DALLA POLIZIA

La polizia di Tempe in Arizona ha diffuso il video dell’incidente in cui un’auto Uber senza conducente ha investito e ucciso una donna. L’azienda, che fornisce in tutto il mondo il servizio trasporto via app, ha immediatamente sospeso i test dei veicoli senza pilota.

La macchina che ha travolto la donna mentre stava attraversando la strada era in modalità autonoma ma con un guidatore a bordo, che però non è riuscito a intervenire in tempo per evitare l’incidente.

La prima parte del filmato è composta dalle immagini riprese dalla telecamera esterna dell’auto, e mostra i secondi che precedono l’incidente: Herzberg appare all’improvviso sulla strada mentre porta a mano la sua bicicletta.

La seconda parte ritrae invece l’interno della vettura e immortala la reazione di Rafaela Vasquez, la tester a bordo dell’auto che non è riuscita a riprendere in tempo i comandi per impedire la tragedia.

Fonte: qui

Il video

UBER NELLA BUFERA: TACE SUL FURTO DI MILIONI DI DATI E PAGA UN RISCATTO

Uber ha nascosto un furto di dati relativi a 57 milioni di clienti e conducenti. La conferma arriva dalla compagnia stessa, che non solo ha taciuto su quanto accaduto nel 2016 – come riferisce Bloomberg – ma ha anche pagato 100mila dollari di riscatto agli hacker perché eliminasse i dati rubati. Oltre a nomi, indirizzi email e numeri di cellulare, sono stati piratati anche i numeri della patente di 600.000 americani.

Uber: «Non è stato fatto un uso improprio dei dati trafugati»

«Non ci sono scuse – ha detto l’amministratore delegato di Uber, Dara Khosrowshahi – non sarebbe dovuto accadere. Stiamo monitorando gli account interessati e li abbiamo segnalati per una ulteriore protezione. In ogni caso fino a ora non ci sono state violazioni e non è stato fatto un uso improprio dei dati trafugati.

Anche se non posso cancellare il passato, posso dire a nome di ogni dipendente Uber che impareremo dai nostri errori. In seguito alla diffusione della notizia il capo della sicurezza di Uber, Joe Sullivan, ha lasciato la compagnia. La compagnia, che non ha reso noti i nomi degli hacker e avrebbe dovuto rivelare una violazione così significativa, lo scorso gennaio è stata multata per 20mila dollari per non aver rivelato una violazione molto meno grave nel 2014.

Fonte: qui

ORA UBER SI ALLEA CON LA NASA: ARRIVANO I PRIMI TAXI VOLANTI?

Uber è pronta a portarci nel futuro. E sembra farlo anche in maniera decisa e veloce. L’azienda che offre un servizio di trasporto automobilistico privato ha stretto un accordo con la Nasa per dei “taxi volanti”

L’accordo per il futuro

Uber ha raggiunto un accordo con la Nasa per sviluppare un software per la gestione di “taxi volanti” e i primi modelli inizieranno a volare, in via sperimentale, nel 2020. Lo ha detto il chief product officer di Uber, Jeff Holden, precisando che i primi voli di prova si terranno a Los Angeles e che le auto volanti potranno andare a 200 miglia all’ora. I test successivi si terranno a Dallas/Fort Worth.

La Nasa ha utilizzato l’autorizzazione per volare a bassa quota per sviluppare razzi fin dalla fine degli anni ’50.

Il servizio, come riporta Leggo, si chiamerà UberAIR, parte di un progetto più ampio di della società ‘Elevate’. Questo prevede la realizzazione di una serie di piccoli velivoli elettrici, a decollo e atterraggio verticale, capaci di ospitare fino a 4 persone per condividere spostamenti aerei in aree densamente abitate.

Niente di meno di quello che già fa Uber, peccato che ora l’azienda con sede a San Francisco si prenderà anche il traffico dei cieli. Il servizio, giurano dall’azienda, sarà competitivo nei prezzi.

Fonte: Qui