Archivi tag: REGALI

REGALI LOW COST? 5 CONSIGLI PER NON SVENARSI PER LE FESTE

Tra 24 ore è Natale, il tempo stringe e, come ogni anno, siete ancora alla ricerca di un pensiero che non costi un occhio della testa da regalare all’ultimo minuto? Niente panico: per voi ecco 5 semplici consigli per non presentarvi a mani vuote e fare una bella figura anche senza spendere una fortuna.

Buoni benessere – Poca spesa, tanta resa. Con un investimento che varia fra i 10 e i 30 euro a seconda della disponibilità, è possibile infatti regalare un massaggio, un trattamento per il viso o addirittura un piccolo percorso in un’elegante spa.

Ideale come regalo per le signore, da qualche anno questo tipo di pensieri è molto apprezzato anche dagli uomini, cui alcuni trattamenti specifici sono dedicati.

Come trovarlo? Si va dai classici cofanetti regalo reperibili in qualunque grande catena di librerie fino all’estetista sotto casa: sono infatti in tantissimi ormai ad essere specializzati in questo tipo di trattamenti e a offrire la possibilità di un massaggio ‘in sospeso’ per un amico o un parente, da godere in tutta calma dopo le feste.

Note e immagini – Promozioni come se piovessero, tutto l’anno, con ampia offerta di titoli. Un film o un cd, si sa, sono sempre graditi. Se poi è possibile spendere non più di 15 euro portandosi a casa ben tre articoli in un colpo solo, allora il gioco è fatto.

Un’idea facile e veloce – soprattutto se si hanno ben chiari i gusti di chi riceverà il regalo – che non intaccherà i vostri risparmi.

Regalo ‘mangia & bevi’ – Una specialità regionale fa sempre la sua figura. E il costo è contenuto se si rimane sul singolo articolo. La scelta è ampissima, per tutti i palati e tutte le tasche, e non serve nemmeno allontanarsi troppo da casa per trovarle: dai supermercati ai bar, in tanti infatti hanno ormai un angolo espositivo dedicato al genere.

Se lo si desidera, poi, si potrà sempre accompagnare il cibo con del vino: dai 15 ai 30 euro è infatti possibile portare a casa una buona bottiglia. Basterà solo confezionare il tutto con un po’ di ingegno e chi riceverà il regalo non potrà che apprezzare.

Un libro è sempre una buona idea – Che sia Natale, un compleanno o una ricorrenza particolare, un libro è sempre la scelta migliore. E qui ci si può davvero sbizzarrire, dai classici alle nuove uscite, dalla letteratura alla poesia.

Il costo? 20 euro in media un titolo con copertina rigida, circa 8 euro l’edizione economica. A voi la scelta, ma che sia tratti dell’una o dell’altra edizione, abbinare il volume con un segnalibro – magari uno di quelli con citazioni di personalità più o meno celebri – renderà il pensiero più personale.

Pollice verde – Una pianta, un fiore o un mazzo di rose sono sempre graditi. Ma se non si vuole esagerare con la spesa e fare comunque un regalo carino e colorato, perché non improvvisarsi giardinieri per soli cinque minuti?

L’idea è semplice, veloce ed economica: basterà travasare qualche mini cactus in un vaso decorato, magari affidandosi alla creatività nella composizione.

Se non si ha già in casa, il terriccio – così come vasi e cactus – è reperibile da qualsiasi fioraio o vivaio, sicuramente ancora aperti per le festività, mentre il prezzo è davvero contenuto: con non più di 10 o 15 euro (il prezzo per singolo mini cactus è di circa un euro), potrete regalare un pensiero studiato ad hoc, realizzato con il cuore e dalla lunga durata.

Fonte: Qui

A MARZO LʼULTIMO ATTACCO DI CASTRO AL NEMICO USA: “NON ABBIAMO BISOGNO DEI REGALI DELLʼIMPERO”

Fidel Castro non ci sta. A pochi giorni dalla storica visita a Cuba di Barack Obama, l’ex presidente ha pubblicato sulla stampa ufficiale, l’unica legalmente accessibile a Cuba, una dura critica al discorso televisivo che il presidente Usa ha rivolto all’opinione pubblica locale dal Grande Teatro de L’Avana.

L’articolo è intitolato “Fratello Obama“, ma si chiude con un commento ben poco fraterno: “Non abbiamo bisogno che l’impero ci regali niente“.

L’anziano leader, che compirà 90 anni ad agosto, definisce “mieloso” il discorso di Obama e osserva ironicamente: “Si suppone che ognuno di noi avrebbe potuto essere vittima di un infarto nel sentire queste parole del presidente Usa”.

“Non abbiamo bisogno che l’impero ci regali niente” – In quanto alle parole del presidente Usa sul futuro di Cuba, Fidel è categorico: “Nessuno si illuda – scrive – che il popolo di questo nobile e disinteressato Paese rinuncerà alla gloria e ai diritti, alla ricchezza spirituale che ha guadagnato con lo sviluppo dell’educazione, la scienza e la cultura”.

“Siamo capaci di produrre gli alimenti e le ricchezze materiali di cui abbiamo bisogno, grazie allo sforzo del nostro popolo: non abbiamo bisogno che l’impero ci regali niente”, sottolinea con forza l’ex presidente cubano.

La critica al Leader Maximo: “Nostro problema è la corruzione” – La storica visita a Cuba di Obama ha innescato un vivace dibattito nelle edizioni online della stampa cubana, e sebbene in calce all’articolo di Fidel si leggano solo commenti ammirativi, in altri spazi il tono cambia sensibilmente.

E’ così che, sotto a un articolo pubblicato da Juventud Rebelde, organo ufficiale dell’Unione dei Giovani Comunisti, sul discorso di Obama, c’è chi osa segnalare che “la fonte principale dell’attuale diseguaglianza a Cuba è la corruzione, non le forme di produzione non statale” o che “i motivi per i quali ci continuano a spiegare che il nostro socialismo è un sistema superiore sembrano presi da un manuale marxista, e non hanno alcun nesso con la realtà”.

Fonte: Qui