Archivi tag: RAGNO

MORSA DAL RAGNO VELENOSO MENTRE DORME: 25ENNE RISCHIA UN INTERVENTO

Il risveglio sabato mattina con un dolore improvviso alla caviglia e l’inizio di un fine settimana infinito trascorso tra guardia medica e due pronti soccorso prima di giungere alla diagnosi corretta: morso di un ragno velenoso.

Come scrive il GAZZETTINO: È quanto accaduto a una venticinquenne di Prata di Pordenone che sabato ha provato sulla propria pelle il morso del Loxosceles rufescens, il ragno violino. Da allora la ragazza vive giornate di preoccupazione con la paura di dover subire un intervento chirurgico o di portarne un segno indelebile.

Il ragno violino è uno dei pochi aracnidi velenosi che si trovano in Italia. Il suo morso può causare anche necrosi dei tessuti, ma è molto difficile da diagnosticare.

L’animale di piccole dimensioni che vive nell’ombra e morde solo se minacciato, o se lo si tocca inconsapevolmente, ad esempio girandosi nel letto come probabilmente è accaduto alla ragazza pordenonese nella notte tra venerdì e sabato.

Fonte: qui

ALLARME RAGNO EREMITA MARRONE, TRA I PIÙ LETALI: BIMBE MORSE FINISCONO ALL’OSPEDALE

Il ragno eremita marrone è uno degli aracnidi più velenosi del mondo e, in Gran Bretagna, si parla addirittura di allerta dopo che, a distanza di pochi giorni, sono state ricoverate due bimbe in ospedale, proprio a causa del morso di uno di questi ragni. 

La prima ha 5 anni, Lucy Cannon mentre la seconda, Abbie Kinnaird, ne ha 8. All’interno della casa di LucyFramlingham (Inghilterra) sono stati trovati numerosi ragni eremita marrone, soprannominato anche ‘ragno violino’.

Dopo il morso, la bimba ha subìto una grande ferita purulenta, talmente grave che è stato necessario il ricovero presso l’ospedale di Ipswich.

I due ‘casi’ sono separati soltanto da 56 km (il caso di Abbie Kinnaird è avvenuto a Colchester), tanto che, come viene scritto dal MailOnline si parla di una probabile proliferazione o, addirittura invasione del ragno eremita. 

“E’ stato terribile vedere Lucy mentre viveva questa spaventosa esperienza.

Le analogie con il caso di Abbie sono identiche, tutto è iniziato allo stesso modo, mentre dormivano”, si legge sul Daily Mail. Rivolgetevi ad un medico dopo il morso di un ragno quando:

  • i sintomi non migliorano nell’arco di pochi giorni dal morso;
  • il morso avviene vicino agli occhi, la bocca o la gola;
  • si nota un’infezione, con la presenza di pus, gonfiore o arrossamento;
  • presenza di influenza, ingrossamento dei linfonodi.

Fonte: qui

BRINDISI, SI ADDORMENTA NEL PARCO: AL RISVEGLIO SI TROVA DAVANTI UN RAGNO GIGANTE

Si appisola nel parco e al risveglio si trova davanti un esemplare di ragno gigante. Dario Dell’Anna, come tanti suoi coetanei, mercoledì scorso, si è recato al bosco di Cerano per studiare.

«Mi sono appisolato qualche minuto dopo aver mangiato un panino – racconta a Quotidiano – quando sono stato risvegliato dal rumore di uno strano fruscio proprio vicino alla mia testa».

Immaginando potesse trattarsi di un animale, il ragazzo si è seduto, ma quando si è voltato per vedere di che animali si trattasse, ha sgranato gli occhi. Un esemplare di ragno grosso quanto il palmo della sua mano era a pochi centimetri dalla sua testa. 

«Non sapevo se gridare o fuggire a gambe levate – aggiunge Dario -. Non avevo mai visto un aracnide di quelle dimensioni se non in qualche film di fantascienza».

La dottoressa Paola Pino D’Astore aiuta a chiarirci le idee: «Si tratta di una Lasiodora, Parahybana che viene dal Brasile. Con i suoi 20 cm di lunghezza (incluse le zampe) per oltre 100 grammi di peso, questo ragno è uno dei rappresentanti più grandi al mondo dell’intero ordine Araneae».

Come riporta Leggo, al bosco di Cerano l’animale non può esserci arrivato da solo. Qualcuno dopo averlo acquistato in un negozio di animali, stufo, ha deciso di abbandonarlo nel parco. «Non è affatto velenoso – conclude la veterinaria – ma se si viene morsi si può avertire un leggero senso di stordimento».

Fonte: Qui

IL RAGNO GIGANTE UCCIDE IL TOPO E SE LO PORTA IN GIRO PER CASA PRIMA DI MANGIARLO: L’ORRORE SUL FRIGO

L’Australia è sempre stata la patria dei serpenti velenosissimi, dei coccodrilli giganti e, a quanto pare, anche dei ragni giganti e letali.

A guardare questo video ci rendiamo conto che questo aracnide è dotato di una forza fuori dal comune e il suo veleno è davvero pericolosissimo.

Nel filmato possiamo osservare come il ragno, dopo aver ucciso un topo con il proprio veleno, riesca a trascinarlo per alcuni metri, tenendo la sua preda ben stretta con le zampe.

Il video, pubblicato sul profilo Facebook del proprietario dell’abitazione dove è avvenuto il ‘fattaccio’, è diventato presto virale.

Fonte: Qui