Archivi tag: mamma

“BUONANOTTE MONDO, MI STO SPEGNENDO”, L’ULTIMO POST SU FB DI UNA MAMMA 22ENNE… R.I.P.

Un ultimo saluto agli amici, poi la tragedia. Mollie Horton, una giovane mamma di 22 anni, è stata trovata morta nella sua abitazione in Galles dalla polizia dopo che gli agenti hanno ricevuto una segnalazione dai suoi amici.

La giovane aveva scritto “Buonanotte mondo, mi sto spegnendo”, pubblicando una sua foto su Facebook con un aureola in testa.

Poi di lei si era persa traccia, così gli amici e i familiari hanno allertato la polizia, come riporta il Mirror.

Quando gli agenti sono entrati in casa hanno trovato il corpo della giovane ormai privo di vita, ma sembra, dalle prime indicazioni delle autorità, che non stiano trattando la morte della 22enne come “sospetta”.

Come riporta Leggo, senza parole gli amici di Mollie che, proprio sui social, con un messaggio hanno voluto salutarla un’ultima volta. Ora si cerca di capire le cause che possono aver portato a questo dramma.

Fonte: Qui

OMICIDIO DI PAMELA MASTROPIETRO, LO SFOGO DELLA MAMMA: “COSA VOGLIO PER L’ASSASSINO DI MIA FIGLIA”

Ammazzata. Forse crepata di overdose. Poi fatta a pezzi e messa in due valigie, pare da uno spacciatore nigeriano con diversi precedenti, irregolare in Italia.

È la terrificante vicenda che arriva da Macerata e che sconvolge l’Italia: la vittima aveva 18 anni, si chiamava Pamela Mastropietro, era scomparsa lo scorso lunedì da una comunità di tossicodipendenti. Mercoledì il ritrovamento, nella campagna di Pollenza. Uno dei delitti più atroci degli ultimi anni.

E ora arriva lo sfogo, straziante e durissimo, della madre della 18enne. La donna ha scelto la pagina Facebook della figlia per esprimere la sua rabbia e il suo dolore: “Spero e prego che giustizia sia fatta. Quello che le hanno fatto è indescrivibile e così crudele che spero di vederli soffrire lentamente fino alla morte. Ti amo…tua mamma”.

Un messaggio che ha ricevuto molti commenti e cuori rossi, in segno di solidarietà.

Nel frattempo, il nigeriano è stato fermato dalla polizia. A compromettere la situazione di Innocent Oseghale, questo il suo nome, le immagini delle telecamere della zona. Dai video si è potuto riscontrare che la 18enne era ancora in vita nelle giornate del 29 e del 30 mattina.

Da lì si è ricostruita la sequenza temporale degli spostamenti della giovane, le cui tracce, nella tarda mattinata del 30 gennaio si perdevano in via Spalato, a Macerata. Il nigeriano, 29 anni, continua a dirsi innocente. Ma ad aggravare la sua posizione anche il fatto che risulta essere l’ultimo ad avere avuto contatti con la vittima.

Fonte: Qui

Fact checking

ABUSAVA DELLE FIGLIE MINORENNI QUANDO LA MAMMA ERA FUORI CASA: DRAMMA A SAVONA #LuridoPorco

Un’altra vicenda raccapricciante e drammatica. A finire in manette, un uomo di 46 anni nel savonese. E’ accusato di violenza sessuale aggravata e maltrattamenti nei confronti delle due figlie naturali, minorenni.

A condurre le indagini la squadra mobile della polizia di Savona che ha ricostruito la vicenda. Terribile il contesto degli abusi inflitti alle due sorelle, di età compresa tra i 15 e i 16 anni.

Savona, a scoprire le violenze è stato un insegnante

Palpeggiamenti nelle parti intime, che andavano avanti da tempo. E che avvenivano quando la madre delle due ragazzine era fuori casa.

Questo è quanto accertato nel corso delle indagini nate da una segnalazione effettuata mesi fa da un insegnante di una delle due giovani.

L’insegnante aveva raccolto da una delle due sorelle una confidenza. Poi era riuscito a farsi raccontare quanto avveniva a casa. Subito dopo si è rivolto alla polizia.

Le indagini della polizia

Gli agenti della mobile hanno ricostruito i fatti, accaduti in un contesto di grave conflittualità tra il padre e la madre e risalendo a circa una decina di accessi delle due ragazze al pronto soccorso avvenuti negli ultimi mesi.

L’uomo è stato arrestato dopo un provvedimento di custodia cautelare in carcere disposto dal gip ed è detenuto nel carcere genovese di Pontedecimo.

Anche la madre delle due ragazze è stata denunciata per maltrattamenti, avvenuti anche negli anni precedenti.

Contestualmente, con un provvedimento di urgenza, le due minorenni sono state allontanate dalla casa familiare per essere affidate a una comunità, in condizioni di sicurezza.

Fonte: qui

LA MAMMA SI DISTRAE UN ATTIMO, UN UOMO TENTA DI RAPIRE LA FIGLIA – VIDEO

Il peggior incubo per una mamma: un attimo di distrazione, qualcuno che spunta dal nulla e tenta di rapire la figlia.

E’ accaduto a Brisbane, in Australia, dove il tentativo di sequestro, per fortuna sventato, è stato ripreso dalle telecamere a circuito chiuso dell’Emerald Hotel mentre cercava di prelevare la piccola di 8 anni che era rimasta sola nell’auto.

Le urla della mamma hanno fatto scappare il malintenzionato.

Fonte: qui

Il video