Archivi tag: islamici

TERRORISTI ISLAMICI ARRIVATI CLANDESTINAMENTE IN ITALIA DAL NORD AFRICA

”La minaccia terroristica non è diminuita, dobbiamo essere certi che non vi siano attraversamenti delle frontiere dell’Ue non intercettati, perché questo va a scapito della sicurezza europea”.

Così il direttore esecutivo di Frontex, Fabrice Leggeri, al Parlamento europeo, parlando dell’operazione Themis. Leggeri ha spiegato che i velivoli di Frontex hanno rilevato flussi di migranti clandestini non intercettati da Algeria e Tunisia che sono sbarcati in Italia, che pongono ”preoccupazioni di sicurezza” e su cui si sta lavorando.

D’altra parte, l’assenza di controlli marittimi sulle imbarcazioni che salpano dal nord Africa verso le coste italiane è il prodotto del lassismo dei governi Pd al potere in Italia da quattro anni.

E il terrorismo islamico ne approfitta facendo arrivare i suoi peggiori e più pericolosi elementi.

Fonte: qui

TERRORISMO ISLAMICO? ALFANO GONGOLA E ANNUNCIA ALTRE 2 ESPULSIONI DALL’ITALIA

Ci sono state altre 2 espulsioni dall’Italia, per motivi di sicurezza della Stato. Lo comunica il ministro dell’Interno Angelino Alfano.

Come scrive ANSA: “Sale così a 127 il numero degli espulsi da gennaio 2015 nel contrasto all’estremismo religioso, di cui 61 dal 1 gennaio 2016”.

“Una delle due espulsioni, quella di un kosovaro 26enne Gaffur Dibrani,é stata eseguita questa mattina. Le indagini di Polizia hanno documentato che lo straniero era collegato al circuito di un foreign fighter marocchino, partito da Brescia nel settembre 2013 per raggiungere il teatro siro-iracheno dove si era unito alle milizie dell’autoproclamato Stato Islamico”.

“È stato espulso in questi giorni – sottolinea il ministro dell’Interno – anche un 42enne pakistano, in Italia dal 2006, frequentatore del luogo di culto tabligh di Prato, che aveva maturato un rapido processo di radicalizzazione indotto da un suo connazionale, già espulso per motivi di sicurezza dello Stato nell’aprile 2015”.

Fonte: qui

QUEI SOLDI ISLAMICI DI PROVENIENZA DISCUTIBILE O ESTREMISTA: I NUOVI FONDI PER HILLARY

Altri fondi versati da esponenti di gruppi islamici sono finiti nelle casse della campagna elettorale di Hillary Clinton. L’ultima donazione imbarazzante è di 16.216 dollari proveniente dai membri del Consiglio musulmano degli affari pubblici considerato molto vicino ai Fratelli musulmani.

I riflettori sono stati ancora una volta accesi dal Forum del Medio Oriente, un’associazione indipendente, che dal 2014 monitorizza i politici Usa ed i loro finanziatori. Clinton era già in testa ai dieci politici che hanno incassato più soldi dai musulmani con un curriculum non proprio immacolato. L’ultimo finanziamento porta a 53.226 dollari la cifra totale dei soldi islamici di provenienza discutibile o marcatamente estremista.

Fra i donatori spicca Salam Al Marayati, il presidente del Consiglio islamico influenzato dai Fratelli musulmani. Nel 1999 era stato espulso da una commissione del Congresso sul terrorismo, dopo la scoperta che la sua organizzazione difendeva apertamente gruppi messi al bando come Hezbollah. In uno studio legittimava l’attacco suicida a Beirut contro i marines americani nel 1983 (241 morti). Dopo l’11 settembre Al Mayarati fu travolto dalle polemiche per aver sostenuto in un’intervista radiofonica, che l’attacco all’America era un complotto di Israele.

Nonostante i precedenti Clinton si è fatta fotografare in marzo, a Los Angeles, con il sostenitore Al Mayarati durante un evento per la campagna elettorale, che potrebbe portarla alla Casa Bianca. E non ha rifiutato gli oltre 16mila dollari dei membri del Consiglio musulmano. L’organizzazione è stata guidata fino alla sua morte nel 2009 da Maher Hathout che prima di sbarcare negli Stati Uniti era stata imprigionato in Egitto come seguace dei Fratelli musulmani.

Hasan Hathout, altro esponente di spicco del gruppo, aveva dichiarato che il suo compito era sviluppare negli Usa «il movimento islamico» ispirato da Hassan al Banna, fondatore dei Fratelli musulmani. I finanziatori della candidata democratica appoggiano Hamas e odiano Israele.

I contributi precedenti (41.165 dollari) erano arrivati da «alcuni individui» accusati di essere vicini alle ideologie di «Khomeini, Bin Laden o dell’Isis». Oltre 19mila dollari sono giunti dai pezzi grossi del Consiglio delle relazioni americano-islamiche (Cair). Peccato che il gruppo sia stato dichiarato organizzazione terroristica dagli Emirati arabi uniti.

Fonte: Qui