Archivi tag: FEMMINILE

ALLA RISCOPERTA DELLA TERRA: IL BOOM DEGLI AGRITURISMI A CONDUZIONE FEMMINILE

Le quote rosa, in campagna, vincono. Almeno stando ai dati dell’Istat sul numero degli agriturismi in Italia: da un lato si conferma il trend di crescita delle aziende agricole (nel decennio 2006-2016 sono passate da 16.765 a 22.661), dall’altro, e questa è la novità, aumentano quelle a guida femminile. 

Più di un agriturismo su tre (36%) è a conduzione femminile e la maggiore concentrazione di gestione “rosa” si rileva in Toscana: sono 1.816 unità e rappresentano il 40,2% degli agriturismi della regione e l’8% di quelli nazionali.

Le aziende e i clienti

Gli agriturismi autorizzati nel 2016 sono, dunque,22.661, 423 in più rispetto all’anno precedente (+1,9%). Tale incremento è dato dalla differenza tra le 1.275 nuove aziende e le 852 cessazioni.Le presenze dei clienti negli agriturismi ammontano a 12,1 milioni (+6,6% rispetto al 2015), come emerge dall’indagine Istat sul movimento dei clienti negli esercizi ricettivi.

Più agriturismi al Sud

Nelle regioni del Centro e del Mezzogiorno è localizzato il 59,5% degli agriturismi con alloggio, il 56,1% delle aziende con ristorazione, il 59% di quelle con degustazione e il 62,3% delle unità con altre attività.

L’84% delle aziende agrituristiche è situato in aree montane e collinari, il restante 16% si trova in pianura. L’aumento del numero degli agriturismi, registrato in tutte le ripartizioni, è più consistente nel Mezzogiorno del Paese (+6,3%) rispetto al Centro (+1,8%) e al Nord (+0,3%).

Fonte: Qui

ORGASMO FEMMINILE? A FARE LA DIFFERENZA NON SONO LE DIMENSIONI…

ROMA – Libere, disinibite, ma con sentimento. Secondo Erosfem, un’indagine condotta su oltre 1200 italiane tra i 18 e i 50 anni, le donne ricercano l’orgasmo in maniera più disinibita rispetto al passato, ma il vero motore resta sempre il sentimento.

 Come riporta L’Espresso, lo studio condotto dai sessuologi Roberto Bernorio e Milena Passigato è raccolto in un saggio edito da Franco Angeli “Il piacere al femminile. Miti e realtà della funzione orgasmica della donna”.

E dai risultati ermergerebbe come le donne siano sempre più consapevoli e ricerchino il piacere senza imbarazzi.

Una donna su due non riuscirebbe a raggiungere l’orgasmo con la sola penetrazione, ma avrebbe bisogno anche della stimolazione clitoridea. Inoltre, la ricerca sdogana un vecchio tabù.

Il 52 per cento delle intervistate afferma di aver provato il sesso anale. Le donne dunque sono sempre più consapevoli del proprio corpo, ma il desiderio sessuale parte in ogni caso dalla testa e dal modo in cui un uomo le corteggia. 

Fonte: qui