DAL RILEVAMENTO DI IXÈ, IL CENTRODESTRA VIAGGIA TRA IL 42 E IL 47%: ORA È MAGGIORANZA ASSOLUTA

Sono passati sei mesi dalle elezioni del 4 marzo e ora dal rilevamento di Ixè sulle intenzioni di voto spunta un dato chiaro: il centrodestra vola e in questo momento ha addirittura il 47,4% dei voti.

Sarebbe, quindi, ben al di sopra della soglia (tra il 40 e il 42%) che regalerebbe a Matteo Salvini e Silvio Berlusconi la maggioranza assoluta dei seggi. Il centrodestra avrebbe così gudagnato l’undici per cento dei consensi rispetto all’ultima tornata elettorale. Un risultato molto importante. Ma da dove arrivano queste intenzioni di voto in più? Dal grande successo della Lega.

Il partito di Matteo Salvini, infatti, è riuscito a conquistare quegli elettori che lo scorso 4 marzo non si sono recati alle urne. Per questo l’incremento delle preferenze di tutto il centrodestra unito è così rilevante. C’era una aprte degli astenuti che ora si è schierato. Ora ha scelto il centrodestra unito.

E mentre Lega e FI salgono, il Movimento Cinque Stelle scende. Il MoVimento, infatti, perde un 4,7% importante. Gli elettori sono delusi da un lavoro non troppo brillante, dalle scissioni interne e dal vedere uscire Luigi Di Maio sempre sconfitto dal “duello” con Salvini. Anche il Pd continua a registrare numeri da spavento. Il Partito Democratico, infatti, sararebbe al 15% con un meno 3,7%. In crisi. Anche il centrosinistra arretra: sarebbe al 17% di voti con oltre 5 punti in meno da marzo.

Insomma, il centrodestra unito vale tanto. I numeri parlano chiaro. La Lega gode di ottima salute e, oltre ad avere il più alto tasso di riconferma (quasi 90%) del voto espresso alle elezioni politiche, continua a drenare i bacini di voto degli alleati tradizionali. Cresce sempre di più. E in questo clima di numeri, sembra essere anche solida la fiducia nel governo giallo-verde: mantiene il 50% dei consensi.

Fonte: qui