IMMIGRATO OSPITE DI UN CENTRO DI ACCOGLIENZA TEMPORANEO CON TUBERCOLOSI RICOVERATO IN OSPEDALE

Il direttore sanitario dell’Agenzia sanitaria regionale del Molise (Asrem), Antonio Lucchetti ha reso noto che un giovane immigrato, ospite al Centro di accoglienza temporaneo di Isernia, è stato ricoverato presso l’ospedale di Avezzano perché affetto da tubercolosi.

Parlando all’Ansa in merito alla delicata situazione sanitaria, Lucchetti ha fatto sapere che alcuni giorni fa un richiedente asilo “è stato ricoverato all’Ospedale di Isernia. Dopo una prima diagnosi è stato trasferito ad Avezzano (L’Aquila) e dall’Uoc Malattie Infettive è arrivata la conferma. Per questo gli altri ospiti del Cat e tutte le persone con cui è entrato in contatto sono state sottoposte al test della tubercolina. I risultati arriveranno tra qualche giorno, ma posso anticipare che siamo tranquilli poiché nessuno ha manifestato sintomi sospetti”.

Lo stesso direttore sanitario ha anche affermato che “negli stessi giorni una persona della provincia di Isernia era stata ricoverata, prima nell’ospedale cittadino, poi trasferita ad Avezzano, per sospetto di Tbc. Gli esami a cui è stato sottoposto il soggetto nel nosocomio abruzzese hanno dato, in questo caso, esito negativo”.

Sull’episodio di Tbc all’ospedale di Avezzano è intervenuta anche la Asl per rassicurare la popolazione. “Va precisato”, ha dichiarato il manager della Asl di Avezzano- Sulmona- L’Aquila, Rinaldo Tordera, “che i ricoveri per tubercolosi, di italiani e stranieri, sono un fatto che rientra nella norma, avvengono ogni anno e vengono trattati e curati dalla specifica Rete della Asl. Anche quest’anno all’ospedale di Avezzano sono stati curati con questa patologia diversi pazienti di nazionalità italiana e di altre etnie”.

Anche se non legate tra loro, questa notizia segue di pochi giorni quella proveniente dal Vicentino dove, rispetto agli anni scorsi, si registra un aumento di casi di persone colpite dalla tubercolosi.

Fonte: qui