IL CAPITANO TAGLIA I COSTI PER I MIGRANTI, CENTRI D’ACCOGLIENZA NEL MIRINO: “OBIETTIVO CHIUSURA”

Dopo la chiusura dei porti e meno sbarchi nel nostro Paese, Matteo Salvini dà una stretta sull’accoglienza: il Cara di Mineo, in provincia di Catania, passerà da 3 mila a 2 400 ospiti.

Ma non solo. Il costo giornaliero per immigrato scenderà dai 29 euro ai 15 euro.

Matteo Salvini, durante l’incontro in giunta con il sindaco di Catania Salvo Pogliese, ha confermato che il Cara di Mineo sarà “meno oneroso e meno affollato”. Ma non è tutto perché questa questa misura fortemente voluta dal ministro “comporterà risparmi superiori a 10 milioni di euro in un anno, sono felice di far risparmiare gli italiani”.

Insomma, il vice premier ha le idee piuttosto chiare e, mentre conferma la nota diffusa dal Viminale nella quale viene spiegato che “va a conclusione il bando per il centro migranti di Mineo, con meno presenze, meno costi e tempi più brevi”, ribadisce qual è il suo vero obiettivo: la chiusura del centro d’accoglienza.

Il piano di Salvini prevede i sigilli, visti i problemi igienico-sanitari e di sicurezza già presentati dalla struttura. “L’obiettivo finale resta la chiusura – conferma il ministro – ma stiamo dimostrando di aver imboccato la strada giusta. Dalle parole ai fatti”.

Il ministro, poi, ha anche ancticipato che “nei prossimi 5-6 mesi arriveranno in città altri quaranta uomini della polizia di Stato”.

Fonte: qui