TURISTA 61ENNE MUORE PER LA PUNTURA DI UNA VESPA

Doveva essere una tranquilla vacanza nella Riviera ligure di Ponente, com’era già avvenuto in passato, ma per una coppia di turisti svizzeri, abitanti nell’entroterra di Diano marina, nota località balneare della provincia di Imperia, la villeggiatura si è trasformata prima in un incubo, poi in una tragedia.

Questa mattina, infatti, un uomo di 61 anni è morto, dopo essere stato punto da una grossa vespa, un “calabrone”.

A nulla è servita la corsa della moglie, in auto, alla sede della Croce Rossa, sul lungomare di Diano marina, a pochi chilometri da casa. Il turista, che aveva iniziato subito a sentirsi male, fino al punto di perdere conoscenza, è stato stroncato da un choc anafilattico. La donna ha avuto il tempo di posteggiare, uscire dall’auto, per poi tornare e vedere il marito accasciato, ormai incosciente.

I carabinieri della locale Stazione hanno successivamente effettuato un sopralluogo nella casa della coppia, repertando l’insetto che la moglie era riuscita ad uccidere. Il personale sanitario ha provato a rianimarlo, ma all’arrivo in ospedale è giunto il tragico verdetto.

Sarà colpa del grande caldo, ma negli ultimi giorni in provincia di Imperia si accavallano le segnalazioni ai vigili del fuoco per la presenza di api. Non molti giorni fa, all’ospedale di Bordighera, madre e figlio che si erano recati per rendere omaggio al compianto marito e padre, sono stati aggrediti e punti da uno sciame di api.

Fonte: qui