SONDAGGIO, SOLO IL 30 PER CENTO VORREBBE NUOVE ELEZIONI

Solo una minoranza degli italiani vorrebbe nuove, dopo la situazione di stallo creatasi con voto del 4 marzo. L’ipotesi largamente preferita e’ quella che si formi un governo in ogni caso.

E’ quanto emerge da un sondaggio condotto da Quorum per Avaaz nei giorni 13 e 14 marzo. Il 70,1% degli intervistati vorrebbe che un nuovo governo si formasse sulla base delle elezioni appena svolte, mentre il 29,9% preferirebbe che si tornasse alle urne in tempi brevi.

Alla luce dei risultati del 4 marzo, ci sono poche ma indicative differenze sul voto degli italiani: sia M5s sia la Lega di Salvini guadagnerebbero quasi un punto percentuale (33,6% e 18,2% rispettivamente), mentre ci sarebbe un calo, anche se lieve, per tutte le altre forze, Forza Italia perderebbe mezzo punto, gli altri due soggetti minori del centrodestra (FdI e NcI) oltre un punto e mezzo.

Il Pd sarebbe tutto sommato stabile (-0,2%), ma il centrosinistra perderebbe quasi un punto.

Anche LeU cederebbe un punto abbondante, scendendo sotto la soglia di sbarramento del 3%. L’analisi dei flussi in uscita rivela che piu’ o meno tutti i partiti conserverebbero la gran parte del loro elettorato (intorno all’80%).

Una quota non irrilevante di ex elettori di Pd e Lega andrebbe sul M5S, mentre vi sarebbe un flusso ulteriore in uscita da Forza Italia verso il partito di Salvini. Infine, Liberi e Uguali perderebbe una fetta piuttosto consistente dei propri voti verso la lista di Potere al popolo.

Fonte: qui