TOH, L’AVRESTI MAI DETTO? L’ITALIA È IL PAESE OCSE CHE “INCASSA” PIÙ TASSE

Siamo il paese che fa più casse con le tasse. È questo il triste primato che l’Ocse dà all’Italia.

Nell’ultimo rapporto infatti emerge come la percentuale di entrate fiscali per il governo sia arrivata al 91,4 per cento. Contro una media Ocse dell’82 per cento.

Il nostro è il valore più alto tra i 35 Stati che fanno parte dell’Ocse. Ma le notizie amare non finsicono qui. Infatti ogni contribuente italiano paga 13.383 euro all’anno di tasse.

Una cifra ben sopra la media piazzando l’Italia al 13 posto. In media nei Paesi Ocse nel 2015 sono stati versati 12.193 euro pro capite. Il Paese in cui si è pagato più tasse pro capite è il Lussemburgo, con 32.567 euro.

L’Italia dunque resta tra i sette Paesi Ocse con la pressione fiscale più alta che va oltre il 40 per cento. E l?ocese sottolinea come la struttura del Fisco italiano sia basata su una tassazione sul reddito: 26 per cneto sul totale delle entrate, il 24,4 per cento invece in area Ocse.

Le tasse sulle proprietà immobiliari in Italia pesano il 6,5%, contro il 5%,8 della media Ocse. L’unica nota positiva in questo quadro è la leggera diminuizione della pressione fiscale che nel 2016 si è attestata al 42,9 per cento contro il 43,3 del 2015.

Fonte: Qui