HAI PREPARATO GIACCHE PESANTI E OMBRELLI? LEGGI CHI VERRÀ PIÙ COLPITO DAL FREDDO

Attila punta l’Italia. L’irruzione artica che tra pochi giorni investirà il Belpaese è destinata a lasciare il segno: nubifragi, crollo termico, ma soprattutto venti forti o localmente molto forti, con raffiche a 100 km/h.

Le province più interessate da piogge abbondanti e insistenti per molte ore saranno il Ravennate, Forlivese-Cesenatico, Riminese, Bolognese, Fiorentino e Aretino montuosi, Pesarese-Urbinate.

Questi settori – spiegano gli esperti del sito ilmeteo.it – saranno sferzati da vento fortissimo di Bora, che potrebbe causare danni alle strutture. Martedì saranno Marche, Abruzzo e Molise le regioni più colpite da piogge insistenti e abbondanti.

Prestare attenzione, sia a cose che alle persone. Su Messinese e Reggino tirrenici le precipitazioni potranno risultare abbondanti con locali nubifragi. Qui il vento forte spirerà di Ponente e poi Tramontana.

VENTI FORTI DI BORA 

Il vento freddo di Nordest inizierà a soffiare via via più impetuoso dalle prime ore di lunedì. La velocità raggiungerà punte di 100 km/h.

Saranno le coste adriatiche, dapprima settentrionali e poi centrali ad essere maggiormente sferzate, con conseguenti mareggiate. Sul mar di Sardegna, e Tirreno il vento di Nordovest soffierà fortissimo fino a 100 km/h. Forti venti di tramontana anche sulla Liguria, specie sui settori centrali, con punte massime di 80-90 km/h.

PONENTE

Questo agirà principalmente sul basso Tirreno con raffiche fino a 50/60 km/h. Coste di Campania, Calabria tirrenica, Sicilia e Lazio le più interessate.

LIBECCIO

Impetuoso e molto forte anche il vento di Sudovest, esso soffierà fino a 100 km/h sul basso mare Adriatico, le coste di Puglia e Molise si troveranno sottovento.

Fonte: Qui