LE SCIMMIE POTREBBERO PARLARE? UNO STUDIO DIMOSTRA CHE HANNO L’ANATOMIA GIUSTA PER FARLO

Le scimmie, in particolare i macachi, possiedono l’anatomia giusta per parlare. Lo hanno verificato i ricercatori dell’Università di Vienna e di Princeton, autori di uno studio su ‘Science Advances’.

Secondo gli studiosi i macachi possiedono l’anatomia vocale per produrre un linguaggio umano “chiaramente intellegibile”, ma non i circuiti neurali necessari per farlo.

I risultati sono stati ottenuti grazie a video a raggi X di gola e bocca delle scimmie impegnate in vocalizzi, pasti o espressioni facciali.

I ricercatori hanno poi usato queste immagini per realizzare un modello al computer del tratto vocale delle scimmie.

La ricerca ha consentito agli studiosi di concludere che le scimmie potrebbero facilmente produrre molti suoni diversi, necessari a scandire migliaia di parole.

Insomma, secondo i ricercatori una forma basica di linguaggio parlato potrebbe essersi manifestata nel corso dell’evoluzione umana, senza la necessità di cambiamenti nell’anatomia dei primati.

Fonte: Qui

GLI STRAORDINARI EFFETTI DELLA MARIJUANA SU UN MALATO DI PARKINSON: UN VIDEODOCUMENTARIO DIVENTATO VIRALE

Un video incredibile mostra un uomo malato di Parkinson per la prima volta alle prese con la marijuana.

La differenza tra il “prima” e il “dopo” sono sorprendenti.

Come riporta Leggo, i tremori sembrano quasi completamente spariti.

Larry Smith è un ex poliziotto che vive in Sud Dakota e convive col Parkinson da oltre 20 anni.

Il suo documentario è diventato subito virale.

Fonte: Qui

“DELFINI COSTRETTI A SALTARE DENTRO ANELLI INFUOCATI”: INSURREZIONE SUL WEB DEGLI ANIMALISTI

Delfiini costretti a saltare all’interno di cerchi di fuoco durante uno show acquatico.

E’ quanto ripreso in un video che sta facendo il giro dei social network in queste ore, girato in Indonesia cinque anni fa da un’associazione animalista che si batte per la tutela e la difesa dei mammiferi marini.

I circhi con delfini sono molto popolari nel Paese indonesiano e, secondo quanto riporta il ‘Telegraph’, citando l’associazione animalista ‘Ric O’Barry Dolphin Project’, sono 72 i delfini tenuti in cattività per essere al servizio delle compagnie circensi in Indonesia.

In un recente video, inoltre, pubblicato sempre dall’associazione sulla propria pagina Facebook, si vedono tre esemplari di delfini nuotare all’interno di una piscina troppo piccola al ‘Taiji Whale Museum’ nella prefettura giapponese di Wakayama.

Secondo quanto riportato da ‘The Dodo’, i tre mammiferi nuotano freneticamente, sbattendo uno contro l’altro e saltando spesso dentro e fuori dall’acqua, provocandosi così piccole ferite dovute a graffi o a morsi.

Fonte: Qui

FACEBOOK RIPUBBLICA VECCHIE FOTO SENZA AUTORIZZAZIONE: “STIAMO INDAGANDO”

Lo ‘Year in Review’ di fine anno di Facebook è una cosa che vi sta dando qualche pensiero in questi giorni, magari per alcune immagini che pensavate fossero ormai dimenticate nel tempo?

Tenete presente che, in alcune parti del mondo, c’è qualcos’altro che sta facendo arrabbiare gli utenti del social network.

Per un problema tecnico, infatti, vecchi post e fotografie pubblicate giorni, ma anche mesi o forse anni fa, sono riapparsi senza permesso su alcuni profili, secondo quanto riportato da ‘Mashable’.

“Ne siamo consapevoli e stiamo indagando” ha detto un portavoce di Facebook a ‘PCMag’ India.

Ieri, secondo quanto riporta il sito di tecnologia, diversi utenti si sono resi conto che vecchi messaggi erano stati ri-condivisi sulle loro Timeline senza che ne sapessero nulla.

Sebbene la causa del problema sia al momento sconosciuta, in molti si sono chiesti se non sia legata alla nuova versione dell’App su iOS, rilasciata giovedì, oppure al nuovo ‘Year in Review’.

Fonte: Qui