FOOTBALL LEAKS, L’INCHIESTA CHE DEVASTA IL PALLONE: LE RIVELAZIONI SU JUVE, MILAN, INTER, ROMA E NAPOLI

Conti offshore e soldi in nero. Fiumi di milioni evasi. Un terremoto scuote il calcio mondiale con l’inchiesta Football Laeaks. Le prime rivelazioni hanno riguardato Cristiano Ronaldo e Josè Mourinho.

Il primo tra il 2009 e il 2014 avrebbe trasferito oltre 70 milioni di euro nei conti di una società registrata nel paradiso fiscale delle British Virgiin Island. E ancora, CR7 avrebbe incassato altri 74 milioni versati su un conto svizzero per i diritti di immagine.

Dunque Mourinho. Secondo L’Espresso, che pubblica l’inchiesta, “la sua società personale, come svelano le carte di Football Leaks, si chiama Koper Services ed è stata registrata allo stesso indirizzo di quella di Ronaldo. Entrambe hanno sede in una palazzina di due piani a Vanterpool Plaza, nella cittadina di Road Town, sull’isola di Tortola”.

Il punto però è che lo scandalo sarebbe endemico. Internazionale. Anche i maggiori club italiani sarebbero coinvolti. L’Espresso infatti, a partire da oggi, annuncia che rivelerà in una serie di articoli le malefatte del pallone.

Sul sito del settimanale si legge: “Il racconto va a incrociare i grandi club europei, compresi alcuni italiani, come Juventus, Inter, Milan, Roma, Napoli, Torino.

Descriveremo nei particolari le clausole segrete dei contratti di decine di calciatori, compresi alcuni grandi nomi che militano nel nostro campionato.

E infine, seguendo le tracce del denaro, siamo riusciti ad alzare il velo sui risvolti finanziari, fin qui inediti, di alcuni clamorosi colpi di calciomercato”. Uno scandalo che potrebbe avere conseguenze devastanti per il nostro pallone.

Fonte: qui