“CON LA MANOVRA ARRIVANO 30-50 EURO PER LE PENSIONI PIÙ BASSE”: RENZI CONTINUA CON LE MANCETTE ELETTORALI

«Alcune buone notizie ulteriori sono arrivate dal passaggio alla Camera. È ricca di buone notizie e non è all’Achille Lauro». Così Matteo Renzi presentando la manovra a Palazzo Chigi.

Come scrive LEGGO: «Le tasse continuano ad andare giù: va giù l’Ires, via l’Irpef agricola, interventi sulle partite Iva con buona pace del presidente Monti». Nella manovra viene rifinanziato il «rinnovo contratti, su cui noi siamo pronti». 

PENSIONI Con la manovra arrivano «30-50 euro per le pensioni più basse, sotto i mille euro»., dice il premier Renzi quantificando l’intervento sulla previdenza e sottolineando allo stesso tempo di non essere «riusciti ad arrivare a 80 euro». 

SANITÀ Per la sanità «le polemiche stanno a zero, c’è un aumento a 113 mld, due in più rispetto all’anno scorso, più il fondo per la non autosufficienza che è 450 mln con un più 50 mln rispetto all’anno scorso».  

EQUITALIA «Equitalia è realtà, è un altro punto fondamentale, non cambia solo il nome ma riesce a cambiare l’approccio tra cittadini e fisco».  

PARITARIE «In alcune Regioni, come il Veneto, le scuole materne sono quasi esclusivamente realtà parificate, non ci vergogniamo a dire che abbiamo messo più soldi ma contemporaneamente abbiamo dichiarato guerra ai diplomifici».

Fonte: Qui