EVOLVERE PER SOPRAVVIVERE: GLI ELEFANTI AFRICANI NASCONO SENZA ZANNE (ORA DOVRANNO “EVOLVERSI” ANCHE I BRACCONIERI)

Sarebbe stato il bracconaggio a definire la linea evolutiva degli elefanti africani. Per più di 30 anni Joyce Poole, a capo di Elephant Voices, ha studiato da vicino i grandi mammiferi nel parco naturale di Gorongosa in Mozambico.

Nel tempo ha notato sempre più femmine senza zanne che riuscivano così a sopravvivere alla caccia illegale dell’uomo. Evolutivamente, quindi, queste elefantesse risultano essere le vincitrici.

Durante la guerra civile, dal 1977 al 1992, la popolazione degli elefanti nel parco Gorongosa fu decimata del 90%: gli animali venivano uccisi per loro zanne.

“Anche dopo vent’anni possiamo vedere come quel periodo abbia lasciato delle cicatrici molto profonde negli animali”, ha spiegato Poole.

La dottoressa si occupa di monitorare gli elefanti in modo da tenere sotto controllo gli sviluppi di questa specie.

Con la collaborazione degli studiosi locali ha, però, notato che la metà delle femmine nate durante il periodo di decimazione degli anni ’90 hanno iniziato a nascere senza zanne.

Questa è risultata essere una caratteristica geneticamente ereditaria: infatti più del 30% delle elefantesse nate dopo la guerra hanno ereditato questa peculiarità.

Il nuovo connotato è stato riscontrato anche nel vicino parco nazionale Addo Elephant dove il 98% degli elefanti femmina non hanno le lunghe corna d’avorio mentre gli altri esemplari hanno delle zanne molto più piccole rispetto alla generazione precedente.

Le zanne non sono altro che i denti incisivi cresciuti al di fuori della bocca. Questi lunghi corni servono agli elefanti per procurarsi il cibo, scavare in cerca d’acqua e come mezzo di difesa. Gli esemplari maschi le usano per competere nella lotta per le femmine e chi non le ha può essere ferito molto gravemente.

“C’è una forte pressione genetica per i maschi ad avere le zanne”, continua Poole. Invece le femmine hanno iniziato a modificare il loro aspetto, quindi ad evolversi, per avere più possibilità di sopravvivenza.

Infatti i bracconieri lasciano in vita gli elefanti senza zanne non essendo per loro preziosi. In questo caso l’uomo sembra aver, con la sua brutalità, cambiato il corso della storia dei grandi mammiferi africani.

Fonte: Qui

LA PROPOSTA DI RYANAIR: “TRA 5 ANNI VOLI GRATUITI”

Volare gratis tra pochi anni: è questa la proposta arrivata direttamente dall’amministratore delegato di RyanAir Michael O’Leary.

Più che una proposta sembra quasi una previsione. O’Leary è certo che le varie compagnie aeree guadagnerebbero molto di più raggiungendo accordi con ristoranti, caffè e negozi degli aeroporti per ottenere una parte dei loro ricavi: “Ho questa visione che fra 5 o 10 anni non si pagherà niente per viaggiare con la RyanAir – dice a La Repubblica – Siamo noi che portiamo i clienti agli esercenti degli aeroporti.

E gli aeroporti sono ormai diventati come dei centri commerciali. Per cui penso che in futuro una proposta del genere possa avere un senso.

Forse non la accetteranno subito tutti gli aeroporti o tutte le compagnie aeree. Ma la nostra e alcuni degli aeroporti più piccoli di cui ci serviamo possono trovarla di mutuo interesse”.

Con l’uscita della Gran Bretagna dall’Europa è quasi certo che le tariffe dei biglietti aerei aumenteranno nonostante nel 2016 i voli RyanAir sono costati mediamente 46 euro l’uno.

Non è la prima idea innovativa che propone l’amministratore delegato della compagnia ma, prima di attuarla, dovrà esserci l’accordo con i negozianti, la cosa più difficile per poter realizzare l’idea.

Fonte: Qui

IL TRENO PIÙ PAZZO DEL MONDO? ATTRAVERSA I MURI DEI CONDOMINI

Chissà se qualcuno si lamenta per il rumore in questo edificio a Chongqing, una delle città più popolose della Cina, con oltre 30 milioni di abitanti, dove ogni 5 minuti un treno della linea 2 della metro ci passa attraverso.

A immortalare la curiosa scena è questo video caricato su YouTube e diventato virale nel giro di pochi giorni, nel quale si vede un convoglio che attraversa una serie di appartamenti.

Sicuramente pratica per i condòmini che si muovono con i mezzi (la fermata della metro è all’interno dell’edificio), la linea ha inaugurato nel 2005 ed è stata costruita in modo che i treni attraversassero le mura del palazzo, senza bisogno di demolirlo.

Fonte: Qui

A 9 ANNI STUPRA LA FIGLIA DELLA VICINA DI 3: LA MAMMA LA UCCIDE E BRUCIA IL CADAVERE…

Si è accorta che il figlioletto di appena nove anni aveva stuprato la figlia di un’amica, di appena tre, e per timore di possibili conseguenze, presa dal panico, ha ucciso la piccola e ne ha nascosto il cadavere. 

Questa l’agghiacciante confessione, durante il processo a suo carico, di una 32enne sudafricana di Pretoria, che ha ammesso di aver ucciso, nell’estate del 2014, la piccola Asanda Mbuku, la figlia di un’amica che quel giorno le aveva chiesto di tenerla in casa con lei.

Come riporta LEGGO: la donna ha ammesso le proprie colpe in tribunale: «Mio figlio è venuto da me e mi ha detto: ‘Mamma, non si sveglia più’. Quando la vidi, notai che era mezza nuda, era sveglia ma non reagiva. Ho provato a risvegliarla con l’acqua, sembrava sotto choc. Così l’ho uccisa colpendola in testa con una roccia e ho seppellito il cadavere in giardino, per poi bruciare i vestiti».

Quando la mamma di Asanda tornò a prendere la figlia, la donna confessò di non averla vista. Il figlio, però, che aveva assistito alla scena ed era ancora sotto choc, il giorno dopo confessò tutto alla sorella della donna. Lo riporta, tra gli altri, Express.co.uk.

Da qui partì la denuncia e l’iter giudiziario, culminato, come riporta Metro.co.uk, con una condanna a undici anni di carcere per omicidio, occultamento di cadavere e insabbiamento di prove.

Fonte: Qui