VERDURA “MACULATA” ALLA MENSA DELL’ASILO, MAXY MULTA ALLA DITTA FORNITRICE

Due episodi segnalati nella mensa della stessa scuola, la materna Monsignor Cossettini, hanno convinto il Comune di Udine a irrogare una penale di 625 euro alla società che ha in appalto il servizio di ristorazione scolastica.

Come ricostruisce la determinazione del dirigente ad interim dei Servizi educativi e sportivi Filippo Toscano, la prima segnalazione risale a maggio scorso e furono le stesse insegnanti referenti del servizio mensa a informare il Servizio di Palazzo D’Aronco che c’erano stati dei problemi con la verdura «servita durante il pasto ai bambini e alle insegnanti», allegando delle foto.

La ditta, la Camst scarl, a quanto ricostruisce l’atto dirigenziale, avrebbe sostenuto che lo stato di maturazione di una parte dell’insalata rientrava ampiamente all’interno della shelf life residua e che sarebbero state viste solo piccole macchie puntiformi, riconducibili alla “ruggine delle foglie”.

A fine settembre, un secondo episodio: la segnalazione, in questo caso, era arrivata dal dirigente del Terzo comprensivo, da cui la materna dipende, Paolo De Nardo. «L’episodio mi è stato segnalato dalle insegnanti.

Mi hanno mandato delle foto, da cui si vedeva che la verdura non sembrava fresca. Abbiamo chiesto una verifica. Dopo quell’episodio, comunque, non ce ne sono stati altri», chiarisce De Nardo, che tiene a precisare che «non mi risulta che nessun bambino sia stato male».

Fonte: Qui