MANOVRA, PIOGGIA DI EMENDAMENTI: SGRAVI CONTRIBUTIVI PER I NUOVI ASSUNTI NEL SUD ITALIA

Sgravi contributivi per nuove assunzioni per il Mezzogiorno dal 2017. E’ quanto chiede uno degli emendamenti del Pd, sostenuto dal gruppo, alla Manovra. Gli sgravi riguarderebbero datori di lavoro privati aventi sede operativa nelle Regioni Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna. Le coperture arriverebbero dai programmi cofinanziati dai fondi strutturali e investimento europei 2014/2020.

Tabacci: “Detrazioni a sorte,estrazione anti-evasione” – Un altro emendamento, proposto da Bruno Tabacci e Roberto Capelli (Democrazia Solidale), prevede uno sconto Irpef pari al doppio dell’Iva. Questo è da attuarsi però con un meccanismo di estrazione a sorte che ogni anno sceglie tre nuove categorie di spesa su una quindicina di settori considerati ad alto rischio di evasione. L’idea e’ quella di estrarre ogni anno, a fine ottobre, tre nuove tipologie di spesa su una rosa di 15 categorie considerate “ad alto rischio di evasione” ed individuate dall’Agenzia delle entrate il 30 giugno di ciascun anno.

Le tipologie devono rientrare in quattro categorie più generiche: 1) le piccole manutenzioni domestiche come l’idraulico o l’imbianchino; 2) i servizi alla persona, come il parrucchiere o l’estetista; 3) le parcelle dei liberi professionisti, come avvocato o ragioniere; 4) il conto pagato al ristorante o in albergo.

Nessuna sanzione ai Comuni, se incolpevoli – Un’ulteriore proposta di modifica al decreto ipotizza l’assenza di sanzioni per i Comuni che sforano il Patto di Stabilità interno, se la responsabilità è da attribuire a “terzi”.

Piano di assunzioni nei Comuni – All’esame della commissione Bilancio c’è anche un emendamento dem che fissa un piano straordinario di assunzioni a tempo indeterminato per i Comuni nel triennio 2017-2019. Il tutto deve avvenire nei limiti della disponibilità di organico e di spesa di personale complessivamente sostenuta per assicurare gli stessi servizi nel 2015.

Delrio: “Altri 3 miliardi e mezzo per rinnovo parco autobus” – “Nella nuova legge di Bilancio ci saranno ulteriori tre miliardi e mezzo per il rinnovo del parco autobus e del parco mezzi del trasporto pubblico locale”. E’ quanto ha dichiarato il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, aggiungendo: “Vogliamo stimolare una politica industriale perché noi abbiamo perso rispetto agli altri attori che in realtà hanno corso”.

Fonte: Qui